Giardino di Ninfa

Giardino di Ninfa giorni apertura 2018 | Biglietti, orari visite

Il Giardino di Ninfa apre al pubblico. Lo spettacolare Monumento Naturale è pronto a mostrarsi in tutta la sua bellezza ai visitatori che li potranno ammirare Natura e paesaggi spettacolari. Il Giardino di Ninfa, come di consueto, sarà aperto al pubblico soltanto in alcune date stabilite con l’ingresso regolato esclusivamente attraverso visite guidate al fine di preservare il suo delicato equilibrio ambientale.



Giardino di Ninfa aperture 2018

L’apertura del Giardino di Ninfa quest’anno arriverà sul finire del mese di marzo: lo spettacolare Giardino sarà infatti visitabile già dal 31.

Seguiranno poi le aperture di aprile nei giorni 1, 2, 7, 8, 15, 22, 25, 29 per poter godere delle meraviglie del Giardino di Ninfa in occasione delle festività Pasquali e dei ponti.

Nel mese di maggio il Giardino di Ninfa è aperto nei giorni: 1, 5, 6, 13, 20, 27.
A giugno: 2, 3, 17.
Nel mese di luglio sarà invece accessibile il 7, l’8 e il 22.
Ad agosto visite guidate il 4, 5, e 15.
Il calendario di settembre prevede l’apertura del Giardino di Ninfa nei giorni 1 e 2, mentre a ottobre il 6 e 7. A novembre solo il 4.

Nei giorni di apertura al pubblico indicati, la prenotazione è obbligatoria dal sito: www.giardinodininfa.eu .

Il biglietto di ingresso individuale, che comprende la visita guidata del Giardino di Ninfa, costa 15€;
per gli under11 accompagnati da un genitore ingresso gratuito.
Per i diversamente abili biglietto a 8€.

Il Giardino di Ninfa: Monumento Naturale
Il giardino di Ninfa è stato dichiarato Monumento Naturale dalla Regione Lazio nel 2000 al fine di tutelare il giardino storico di fama internazionale, l’habitat costituito dal fiume Ninfa, lo specchio lacustre da esso formato e le aree circostanti che costituiscono la naturale cornice protettiva dell’intero complesso, nelle quali è compreso anche il Parco Naturale Pantanello.

La flora del Giardino di Ninfa
All’interno del giardino di Ninfa si incontrano varietà di magnolie decidue, betulle, iris palustri e una sensazionale varietà di aceri giapponesi, inoltre a primavera i ciliegi e meli ornamentali fioriscono in maniera spettacolare. Fra le oltre 1300 piante diverse introdotte che è possibile ammirare negli otto ettari di giardino ricordiamo i viburni, i caprifogli, i ceanothus, gli agrifogli, le clematidi, i cornioli, le camelie.

Molte varietà di rose rampicanti sono sostenute dalle rovine ed estendono i lunghi rami vigorosi sugli alberi quali: Rosa banksiae banksiae, RosaTausendshön, Rosa ‘Mme. Alfred Carriere’, Rosa filipes ‘Kiftsgate’, Rosa ‘Gloire de Dijon’, Rosa ‘Climbing Cramoisi Supérieur’.Le rose arbustive bordano il fiume, i ruscelli, i sentieri o formano aiuole come Rosa roxburghii, Rosa ‘Général Shablikine’, Rosa ‘Mutabilis’, Rosa hugoni, Rosa ‘Ballerina’, Rosa ‘Iceberg’, Rosa ‘Max Graf’, Rosa ‘Complicata’, Rosa ‘Penelope, Rosa ‘Buff Beauty’.

Il clima particolarmente mite di Ninfa permette anche la coltivazione di piante tropicali come l’avocado, la gunnera manicata del Sud America e i banani. Vi sono anche molti arbusti piantati non solo per la loro bellezza ma anche perché offrono ospitalità alle numerose forme di animali presenti fra cui si evidenzia il folto gruppo dell’avifauna rappresentato da oltre 100 specie censite.

Fonte notizia: RomaToday